please take your time there are much to see

Continua a leggere…

buon pomeriggio

Quando sentite dello sciopero in Francia

Quando sentite che in Francia sono al sesto giorno di sciopero e la lotta va avanti e si estende.

Quando sentite che la popolazione, invece che arrabbiarsi con gli scioperanti per i trasporti ed i servizi fermi, se la prende con il presidente Macron.

Quando sentite che questa lotta ha tante ragioni di giustizia da rivendicare, ma che prima di tutto chiede il ritiro di una controriforma delle pensioni pesante, ma meno feroce della legge Fornero.

Quando sentite che in Francia si lotta contro ciò che da noi si subisce ed accetta, non fate sociologia, non fate psicologia popolare sulla rassegnazione degli italiani. Provate invece a sentire le parole balbettanti e vuote dei leader di CGILCISLUIL, il chiacchierificio della sinistra ufficiale, i proclami dei tanti inutili leader del popolo per via televisiva e comincerete a capire.

Forse i francesi sono anche un popolo speciale, ma anche gli italiani lo sono stati per tanto tempo. Poi negli ultimi trent’anni nei grandi sindacati, nella classe politica, nei mass media, tra gli intellettuali alla moda ha prevalso chi si è arreso al liberismo e ne è diventato servo e propagandista.

Io ho visto i lavoratori ed il popolo italiano dare delle prove di coraggio e determinazione nella lotta che farebbero invidia ai francesi. Poi ho visto questa forza popolare e di classe spegnersi passo dopo passo, sotto i colpi del mercato, certo, ma anche sotto quelli di chi quella forza avrebbe dovuto rappresentare e conservare e invece indeboliva e tradiva.

Abbiamo gruppi dirigenti dei grandi sindacati e della sinistra ufficiale che da trent’anni educano il popolo alla paura e alla resa di fronte al mercato, alle multinazionali, al potere dei ricchi.

Ed è questa educazione alla paura il brodo di coltura di Salvini, Meloni e simili; che se avessero di fronte il popolo italiano fiero e combattente che pure c’è stato, durerebbero pochi mesi. La paura governa il paese attraverso una classe politica e sindacale vile che impone viltà.

Quindi quando sentite dello sciopero in Francia non sospirate, non piangete, ma indignatevi con la classe politica e sindacale responsabile di aver rinunciato alla lotta e mandatela all’inferno. Oggi in Francia, domani in Italia, come siamo stati capaci di fare, come riprenderemo a fare.

Le persone che apprezzo di più sono quelle che hanno capito che, qui, la parola d’ordine è “libertà”.Di scrivere, rispondere, ignorare, ridere ,ironizzare e se mi va anche di far pensare.

“La fede è l’unica arma che abbiamo in mano per sostenere la battaglia di Salvini”

Questa gente non è mentalmente stabile…

Continua a leggere…

buon pomeriggio

image

image

image

image

Il Tar di #Parma ha appena respinto il ricorso di Casapound contro il bollino antifascista della nostra città.

Da noi chi utilizza sale pubbliche deve dichiararsi antifascista, contro la xenofobia, il razzismo e in favore della Costituzione.

Parma è antifascista oggi, ieri, sempre.

Proponetelo tutti nelle vostre città. Che sia una Italia Antifascista

https://parma.repubblica.it/cronaca/2019/12/10/news/bollino_antifascista_il_tribunale_di_parma_respinge_il_ricorso_di_casa_pound_contro_il_comune-243106536/

Sempre per quel discorso.

Matteo Salvini imputato per vilipendio chiede rinvio per legittimo impedimento ma giudice lo respinge

“Non è stata accertata la sussistenza di un legittimo impedimento”. Il giudice di Torino Roberto Ruscello ha respinto la richiesta della dif
IL FATTO QUOTIDIANO

 

 

qualsiasi cosa ti faccia felice vivila finchè puoi

image

Continua a leggere…

buon pomeriggio

 

 

 

I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio

il probabile se è in armonia con la vita diventa possibile

 

 

 

image

Idee Regali

(via colibri44love)

Continua a leggere…