in fondo solo gli amori eccessivi sono veri amori (1)

Eloisa e Abelardo : forse i più celebri e disperati amanti del Medioevo. Una coppia unica nella gioia e nel dolore, nell’estasi e nel tormento. Lei perla di Francia, lui il fiore  all’occhiello dell’intellicengia d’oltralpe. Lei diciottenne nata a Parigi nel 1101 . Lui quarantenne venuto alla luce a Pavet nel 1079 . Lei dolce e delicata. Lui un arca di scienza e un titano del pensiero. lei casta e ingenua. Lui brillante e cosmopolita. Lei allieva modello. Lui dottore, teologo filosofo, amato e odiato, osannato ed esecrato, conteso dalle università, dalle accademie, dai salotti dalle corti del vecchio continente. Lo zio di Eloisa, Fulberto,  era canonico della cattedrale parigina: Uomo austero e laconico, diffidente e bigotto, schivo e geloso, impulsivo e vendicativo, viveva per la nipote e per la chiesa. l’ascendente che su di lei esercitava  era assoluto, totale, e reciproca la devozione. Un’osmosi affettiva che non ammetteva cedimenti, ripensamenti, turbamenti, i più ambigui e ingannevoli. Un microcosmo quello di Fulberto, un guscio dorato, una nicchia spirituale, inviolabile e insondabile da chi non ne godeva l’intimità e ne ignorava gli arcani. Abelardo sfidò questi e quelli e ne pagò un prezzo disonorante e cruento.

Fatale fu l’incontro con Eloisa. Due anime profonde, due nature eccessive, votate alla beatitudine e alla perdizione, e al trionfo dei sensi e al loro naufragio.

S’incontrarono, si guardarono, e l’attrazione fu immediata e irresistibile, furtiva e lasciva, i limiti dell’estrema lussuria. la lontananza sofferta come un castigo, come un sopruso, come un atto di sadismo. Perchè negare  a due temerari  di Cupido di farsi trafiggere dai suoi dardi e di assaporarne le soavi offese  crogiolandovisi fino all’estenuazione?

La vicinanza era essenziale, presupposto di ogni appagamento, premessa di ogni abbandono.  ma come trasformare una conoscenza in una consuetudine, in una frequentazione assidua, in un fandango si sospiri e languori, di carezze e baci? Al filoso venne un idea : farsi prendere a dozzina dal canonico. Non solo avrebbe pagato la retta, ma anche impartito lezioni gratuite all’allievo, fisicamente tutt’altro che brutta e, in quanto a sapienza, suprema.

In un esempio di sincerità confesserà : Viste in lei tutte queste doti, pensai di unila a me con un amore che mi sembrava molto adatto alle mie esigenze.

E, in un  soprassalto di superbia : in quei tempi primeggiavo talmente, per essere nel pieno della bellezza e della giovinezza che nessuna donna che mi fossi degnato di amare mi avrebbe detto di no.

 

 

 

first chapter

Cerco polemiche per indignarmi con fare perbenista e per cedere, infine, al libero turpiloquio

bestuolf:
“500L ? EROE !!!
”

needforcolorbis:
““Bronx” (Robert De Niro, 1993)
”

Fonte: be-happy-and-enjoy-the-life, via april-lagos)

Io sono anarchico
Io sono agnostico
Io sono antifascista
Io sono antirazzista
Io sono antisessista
Io sono antimilitarista
Io sono anticapitalista
Io sono antimperialista
Io sono per i diritti civili
Io sono favorevole all'aborto
Io sono contro i...

Io sono anarchico
Io sono agnostico
Io sono antifascista
Io sono antirazzista
Io sono antisessista
Io sono antimilitarista
Io sono anticapitalista
Io sono antimperialista
Io sono per i diritti civili
Io sono favorevole all’aborto
Io sono contro i confini
Io sono per il disarmo
Io sono cresciuto nei centri sociali
Io sono per il numero identificativo degli sbirri
Io sono per un europa equa e solidale
Io sono per la redistribuzione del benessere
Io sono per la patrimoniale
Io sono per il diritto allo studio e alla sanità per tutti
Io sono per la liberalizzazione delle droghe leggere
Io non ho uno stipendio da parlamentare
Io non ho amici mafiosi

Io non ho diamanti in Tanzania
Io non ho lauree comperate
Io non ho soldi nei paradisi fiscali
Io non ho fatto fortuna con l’odio
Io brucerei le banche e i covi dei fascisti
SALVINI VIENI A PRENDERMI

Non sarebbe meglio stare fra le mie lenzuola che fra i miei likes?

tei-mei:
“ 「骸骨の生活図 : 其の弐」
 河鍋暁斎
「Life illustrations of the skeleton」
 KYOUSAI KWANABE
”

mi ricorda qualcuno a cui piace disegnare

(Fonte: horrorandhalloween)

Continua a leggere…

I fanciulli trovano il tutto anche nel niente, gli uomini il niente nel tutto

Da riflettere con molta attenzione per la situazione attuale in Italia.

Continua a leggere…

La liberté commence où l’ignorance finit

e-i-rom

Continua a leggere…

L’ascia entrò nel bosco e molti alberi dissero: ‘Il manico è dei nostri’.

tutto iniziò così. il principio della fine. arrivederci

tutto iniziò così.

il principio della fine.   buongiorno

Continua a leggere…

dopo l’amore

Continua a leggere…