Dio guardò giù e vide uno scempio … Corruzione, ingiustizie, spread … Capì che era giunto il momento di un nuovo diluvio universale. Chiamò un Arcangelo qualsiasi e disse lui “vai e Portami Noè”. L’arcangelo che era un po’ sordo e anche un tantino rincoglionito, tornò con Noel Gallagher. Dio infuriato in un primo momento, capì che comunque la scelta di Noel poteva essere cosa buona e giusta. Così appiccicò una barba a Noel che nemmeno gli ZZ Top, e gli disse “Noel, sto per mandare un nuovo diluvio universale per punire il genero umano. Vai e costruisci un’arca” Terminata l’arca Noel chiese a Dio “e mo?” E Dio disse “fai imbarcare tutti i più meritevoli” E Noel “Come faccio a capire chi sono i più meritevoli?” E Dio “ed Io che cazzo ne so!” Così Noel chiamo il suo impresario, che chiamò dei pusher, che prendevano la bamba dai politici, che immaginando un party, chiamarono una riga di zoccole ed un esperto di bunga bunga, che chiamò dei calciatori, che chiamarono Lele Mora” Quando l’arca fu piena, Dio guardò giù e trasalì: “Okay” Presto le nubi su fecero fitte. L’arca era pronta a salpare, ma subito Noel si accorse che nessuno sapeva timonare quel mastodonte, e Briatore non aveva portato il suo equipaggio pensando fossero solo degli straccioni. Dio premuroso, disse a Noel “tranquillo, ci penso io” e di colpo Schettino era in plancia. Cominciò a cadere qualche goccia d’acqua, schettino salpò… Mentre tutti con eleganza esibivano il gesto dell’ombrello, schettino fece l’inchino e si inabissò dopo aver urtato la torre di Mediaset.

Dio, dopo aver assistito alla scena fece un tremendo facepalm e poi disse “Okay, va bene così” spense l’acqua e di colpo di accorse che il mondo era diventato migliore ed esclamò “Fuckyeah, Like a God”

(via kon-igi)

nell’eventualità qualcuno si salva dal diluvio