“La soglia prevista dal disegno di legge è di 15mila euro lordi, fanno mille euro netti al mese. Quindi, di certo, sono loro i più colpiti. In particolare, le famiglie, sono loro a godere maggiormente delle detrazioni: chi ha un figlio piccolo, per le spese sanitarie, o quando cresce per lo sport o per l’università fuori sede. Tra di loro, chi sente di più il taglio, ovviamente è chi ha redditi tra i 15mila ai 20mila euro al mese. A loro pesano sia la franchigia che il tetto dei 570 euro. Tra figli a scuola o all’università, il calcetto, interessi sul mutuo sulla casa, spese del veterinario e assicurazione sulla vita, fino ad oggi si scontava tranquillamente un migliaio di euro di detrazioni all’anno: da maggio saranno la metà”.

Redditi tra 20 e 28mila euro. “Va fatta una distinzione tra l’anno prossimo e il 2014, quando scatterà il taglio di un punto delle aliquote Irpef e di cui sentiranno di più il beneficio. Nel 2013 soffriranno anche loro i tagli di detrazioni e deduzioni, sebbene se con un peso minore rispetto ai meno abbienti. Quella fascia, se non ha particolari oneri, come i familiari a carico o mutui, si troverà a beneficiare di un taglio di Irpef nel 2014 maggiore della riduzione di detrazioni e deduzioni”.

Redditi oltre i 28mila euro. “Le misure del disegno di Legge dai 28mila euro in su diventano impercettibili sia in termini di guadagni che di sacrifici: il taglio di Irpef non sussiste, dall’altro il valore delle detrazioni incide meno in percentuale”.(ze-violet

Shot

Si continua a parlare  di droghe leggere e pesanti senza tener conto che la medicina sostiene che tutte le sostanze stupefacenti fanno male.  Compresa la cosidetta “canna”, il cui uso spesso è spacciato per normale traghressione giovanile mentre è scientificamente provato che la cannabis è un fattore che espone al rischio di danni al cervello. Si rfitiene che chi a bisogno di fumare una canna per stare meglio si trovi in un disagio  esistemziale che, se non affronato , produrrà effetti perversi. Noi adulti offrimo uno spettacolo fin troppo misero e scialbo, non esistendo più i no, i confini, del tutto è lecito, tutto è uguale, tutto ha lo stesso valore. Cioè nessun valore. Hanno rubato il futuro ai giovani, dicono : mi pare invece che stiamo rubando loro il presente, fcendo in modo che la soglia della tragressione sia sempre più alta. Giochiamo al ribasso scegliendo il male minore piuttosto che il bene maggiore possibile. Inganniamo  noi e loro mascgerando e contraffacendo la verità su qaunto possa essere esigente, dura, meravigliosa, spietata e straordinaria la vita. Non prendiamo ulteriormente in giro i nostri figli, coloro che un giorno si cureranno di noi come  oggi noi di loro, facendo credere che tutto è lecito, tutto è bene. Ne faremo dei pupazzi senza nerbo, senza entusiasmo, senza speranza.

Masturbatevi. Se avete più di dodici anni, fatelo. Aumenterà il vostro ego, depurerà il vostro spirito e non vi farà sentire così soli e insipidi come a volte siete. L’orgasmo vi mostrerà porte da aprire e vie già scoperte, e forse amerete voi stessi, o meglio, prima ancora, chi vi ha fatto. Ingrati. P.s. Non diventerete mai ciechi.