Baciami con i baci della tua bocca:
le tue carezze sono migliori del
vino.
I tuoi profumi sono soavi a respirare,
aroma che si effonde è il tuo
nome:
per questo ti amano le fanciulle.
Attirami a te, corriamo!
Fammi
entrare, o re, nelle tue stanze:
esulteremo e gioiremo per amore
tuo,
celebreremo i tuoi amori più che il vino.
Com’è bello amarti!
Io
sono bruna ma graziosa,
figlie di Gerusalemme,
come le tende di
Kedar,
come le cortine di Salma.

cantico

(..) Dèstati, aquilone; entra, austro:
soffia sul mio giardino,
stillino i
suoi aromi!
Entri il mio amato nel suo giardino
e ne mangi i frutti più
squisiti!

La storia d’amore tra Salomone e la nera Sulammita
ne il Cantico dei
Cantici
(ebraico שיר השירים, shìr hasshirìm), testo contenuto nella Bibbia
ebraica e cristiana: alta celebrazione della donna amata, apologia del
desiderio, della passione.

Poi… il baratro e la nascita dei tabù?!

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=U-FQiH4Yh7o#!