grillogrillo 2

Beppe parla come Adolf? il Fuhrer era un maestro nell’usare i nuovi media dalla radio al cinema, e sicuramente si sarebbe impadronito del web. Grillo è un suo allievo? da giorni ormai si fanno in rete paragoni tra un discorso di Hitler  nell’aprile ’32 e lo stile oratorio di Grillo. La Germania in ginocchio, la sconfitta subita, gli enormi debiti da risarcire, il popolo affamato e la disoccupazione.  I partiti impotenti si perdono in sterili battaglie parlamentari. NON VI RICORDA quel che stiamo vivendo oggi? Hitler si rivolge  a centomila berlinesi e li conquista : <Chi è il responsabile? Loro! I partiti!> Lui e il suo movimento sono diversi come ribadisce l’ex comico. Ieri la svastica oggi le cinque stelle di beppe?  Grillo non ha forse detto che Bersani è un morto che cammina? <Non siamo una casta, non siamo un partito, siamo cittadini punto e basta. In internet si trova il filmato di quella lontana primavera in Prussia e si può ascoltare Adolf. Purtroppo  bisogna conoscere bene il tedesco, ma si scopre che la citazione anti Grillo è manipolata, soprattutto per non far vedere l’estrema violenza del fuhrer. Adolf era andato a scuola di retorica, beppe credo sia autodidatta. La folla ha un solo volto. non  conta quel si dice, purchè si indichi un avversario, un avversario, il responsabile dei nostri guai, la Cia, la casta(questa si) gli ebrei che avrebbero affamato il popolo tedesco, magari la povera frau Angela. Ma il programma di Hitler  è uguale al New deal di Roosevelt, il presidente americano era un dittatore? Non più di Beppe. Adolf non era uno yankee, solo che per uscire da una crisi non c’è che un metodo. se si trovassero i filmati  si vedrebbe che Stalin parlava ai contadini che mietevano le messi  come Mussolini, come Grillo ai grillini, e non hanno mai visto un aratro. Io direi che tutti i dittatori , da Mao a Fidel, da Adolf a Iosef hanno qualcosa di comico. Ascoltati anni dopo. Lo ha fatto già vedere Charlie Chaplin. Ma non tutti i dittatori sono comici.