SMS degli amici

– Comunque vadano le cose, resterai sempre il nostro leader. (Enrico Letta)
– Fammi sapere a che ora arrivi. (Bernardo Provenzano)
– A casa tifiamo tutti per te. Un bacio grande anche da zio. (Ruby)

– Mi scusi, cosa devo fare degli altri 11 testimoni che ho pagato? (Mister Agrama)
– Tranquillo, i cessi per adesso li tengo in ordine io (Lele Mora)
– Tieni duro come quella volta da te (Nicole)

-Mi scusi, a chi spedisco i fagiolini (Gigi, il fruttivendolo di Arcore)
– Tranquillo, hai una vita per rifarti. (Nicole Minetti)
– Aspetto te e la famiglia (Adolf Hitler)

– Dai, ridiamoci sopra  (Nichi Vendola)
– Vaffanculo! (Beppe Grillo)
– Resisti che non mi sento ancora all’altezza (Renato Brunetta)

Si sta come d’autunno sugli alberi le figlie (Marina e Barbara)
– Non ti ho cantato io. (Mariano Apicella)
– Buongiorno, dove le spediamo le carte che ci ha ordinato (Sig. Modiano)

– Avessi preferito che ti avrebbi imprigionato io. Ma va bene anche così (Antonio Di Pietro)

– Ti porto sempre dentro di me! In culo alla balena. (Giuliano Ferrara)
– Pensi davvero che “L’Italia è il Paese che amo” funzioni ancora come inizio? (Matteo Renzi)
– Ma veramente rischi il carcere? L’ho saputo soltanto ora. (Claudio Scajola)

-C ’è ancora il letto come l’hai lasciato tu. (Vladimir Putin)
– Se vinci passa che devo farti vedere la mia collezione di farfalla (B. Rodriguez)
– Presidente, la seguirò sempre…a che ora è il volo per Mosca? (Daniela Santanchè)
– Ciccio, non fare lo spiritoso perchè qui la gente non è che può smettere di cagare solo per fare un favore a te (Don Mazzi)

– Mangano poche ore. (Marco Travaglio)
– Vodafone ti informa che Francesca ha disattivato la promozione You&Me. (Messaggio di servizio)
– Abbi me. (Emilio Fede)
– No, arance niente. Mi avanzano solo banane, appena posso te le porto. (Roberto Calderoli)

– Stai tranquillo, stasera parliamo della depressione da cellulite. (Bruno Vespa)
– Il suo visto è pronto (Ambasciatore di Antigua)
– Usa solo sapone liquido. Ripeto, solo sapone liquido. (Fabrizio Corona)
– Dimenticavo….la caducità delle virtù umane trova sfogo nel coacervo delle emozioni che spesso sussistono nel senso di un singhiozzo sorpreso. E soprassesedendo silente soffoco il mio dissenso e mi taccio_ inviato da Aforismi.it (Nichi Vendola)