“Parlano, parlano di libertà. Ma quando vedono un individuo veramente libero, allora ne hanno paura”. Easy Rider – (1969)

«Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli.» (Martin Luther King)

Secondo Jole Santelli, deputata di Forza Italia, le donne di colore sarebbero «più fortunate» perché «non si devono truccare». È la frase pronunciata, con il sorriso sulle labbra, dalla stessa Santelli che questa mattina era ospite diAgorà, in onda su Rai3. Si parla di immigrazione, con il ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge in collegamento video. E Santelli afferma:
Parlare di immigrazione non ha nulla a che vedere con il parlare di razzismo. Sono due cose completamente diverse. Ci sono delle parti politiche che discutono sulle leggi sull’immigrazione, che difendono alcune parti della Bossi-Fini e un concetto di cittadinanza. Questo non ha nulla a che fare con il razzismo, perché posso dire che devo contenere l’immigrazione e  ritenere perfettamente normale che ci sia chi vive in Italia da vent’anni, che è perfettamente integrato, ha la fortuna di non doversi truccare, come noi, e quindi è più fortunato di noi. Punto. Ah la deputata Santelli! Se la sua faccia fosse coerente con quello che dice, dovrebbe mangiare supposte.
(L.B.Angels)

Come diceva Zarathustra, nella vita, che tu cammini e ti muovi, o ti siedi e lo aspetti, prima o poi uno stronzo lo incontri.

milani

  Se voi però avete diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni son la mia Patria, gli altri miei stranieri.