Quattrocento milioni di anni fa non avevamo la faccia, poi piano piano nel corso dei millenni, si è formata. Più di recente nella storia italiana. si è verificato un avvenimento nuovo. In molti la stanno perdendo, ma non si tratta esattamente di un fenomeno naturale. In un passato lontanissimo tutte le creature del pianeta erano dei corpi senza volto, un po’ come quelli che esportano i capitali in Svizzera.  Gli esseri viventi in quell’epoca non erano capaci di esprimere emozioni : immaginate la Terra abitata da milioni di Mario Monti. Nel corso dei millenni, come ci spiega la prestigiosa rivista Nature, 50 mila specie di vertebrati tra cui l’uomo, hanno sviluppato mandibola occhi e naso così come li conosciamo. Nel corso del tempo  le condizioni ambientali, lo sviluppo delle specie, gli incroci  genetici hanno influenzato le caratteristiche facciali : oggi abbiamo i belli, i brutti, le facce d’angelo, quelle di bronzo e le facce come  una parte del  corpo( sederino). Essere senza faccia presentava interessanti vantaggi  : bluffare a poker era certamente più facile, così come raccontare una bugia alla moglie, fare un discorso elettorale promettendo il risanamento del Paese in due settimane. Senza facce avremmo vissuto in un mondo più democratico : possedere i lineamenti di George Clooney piuttosto che quelli di Scilipoti, purtroppo crea delle pesanti discriminazioni. L’uomo contemporaneo dopo un evoluzioni durata milioni di anni, può permettersi dei lussi che i suoi antenati non si sognavano nemmeno : avere la faccia e. contemporaneamente essere sfacciato.  Gli esempi sono innumerevoli : chi vi blocca l’auto con la propria, lasciando un cartello sul cruscotto : <citofonare, interno 8 grazie>. Oppure chi afferma di essersi fatto rimborsare soldi pubblici per fini personali dando la colpa alla distrazione della propria segretaria. E’ evidente che avere una faccia  fornisce delle opportunità del tutto nuove al non averla : permette  tanto per dirne una il voltafaccia, che è diventato una prerogativa nazionale. Senza faccia sarebbe decisamente difficile realizzare volantini  e manifesti elettorali, che sono uno dei caposaldi dell’escalation  politica in Italia. C’è da dire una cosa : oggi abbiamo tutti una faccia in dotazione, più o meno gradevole, più o meno simpatica, più o meno sputtanata. Il fatto di esserne forniti, alla prova dei fatti un problema insormontabile, e la recente storia patria lo dimostra. Prendiamo il caso del premier in pectore Matteo Renzi. Nonostante 400 milioni di anni d’evoluzione, al momento di assecondare la propria ambizione non ha guardato in faccia nessuno.