Nudo nella penombra

lambito solo a tratti da lampi di luce

che lasciano intravedere il combattimento interiore

reso palese dalla pelle che si gonfia e si muove

come se un serpente stesse sinuosamente muovendosi

all’interno di quell’involucro

cercando una via d’uscita

 

tentando e ritentando

accettando e negando

l’eccezione dell’essere uomo