peterkama:</p><br />
<p>Wu Ming Foundation @Wu_Ming_Foundt ‪#‎AlluvioneGenova‬ Mentre i razzisti da tastiera scacazzavano impuniti, italiani e migranti si davano da fare. Insieme.<br /><br />

Mentre i razzisti da tastiera scacazzavano impuniti, italiani e migranti si davano da fare. Insieme.

CI RISIAMO : ad ogni servizio del tg  siamo pronti a commuoverci per l’opera encomiabile dei ragazzi liguri o per quella altrettanto meritoria di lavoratori cassaintegrati che, imbracciata una pala, sgobbano senza sosta per ridare dignità a Genova. Angeli del fano li hanno chiamati sin dall’alluvione di Firenze  del ’66 e, da allora, accorrono ovunque ci sia bisogno, si rimboccano le maniche, s’imbrattono di melma e, terminato il loro compito, si allontanano in silenzio. Una bella immagine d’Italia e dei nostri ragazzi. Ma pensateci un istante e, cercate di ricordare immagini di disastri meno recenti.  Non vi sembra che manchi qualcosa? Ancor oggi ho vivo il ricordo di una foto che ritrae un alpino mente consola una donna affranta dopo il disastro del Vajont. E’ possibile che nell’era della tecnologia, delle task force, dell’ipervelocità, una città ferita sia lasciata in mano a studenti e volontari? Saranno pure eroi infaticabili ma un alluvione non si cancella a colpi di vanga. Prima di scrivere queste poche righe, ho aspettato, speravo di vedere l’esercito, la protezione civile lottare contro il fango, razionalizzare i soccorsi. Niente di ciò : pale , fango e ragazzini con pale, oltre a qualche vigile del fuoco. CI SONO PERSONE che, in un fondo commerciale fatto esplodere dalla piena, sisono giocate la vita per la seconda volta in 3 anni. Oggi, come sempre, volano alte cifre e promesse : non resterete soli .  Ci sono pronti 2 miliardi per il riassetto idrologico.  Domani si apriranno le buste per aggiudicare gli appalti dei canali scolimatori.  e così via. Ma temo che il domani ci regalerà  ancora una volta passerelle di politici, risate di intrallazzi sui terremoti e rivoli di sperperi e tangenti. Nel frattempo, i ragazzi spalano fango, il cielo resta minaccioso e i balconi dei modernissimi palazzi antisismici dell’Aquila si staccano come denti da latte. Fatti forza, balla Italia

 

 

 

 

Poliziotto ad un angelo del fango: “Mantieni le distanze o ti arresto”. Caos in corso Buenos Aires

p.s. HEY RAGA HO PROVVEDUTO A SEGNALARE ALCUNI IMMIGRATI CHE STANNO SPALANDO A GENOVA IN QUANTO CI STANNO RUBANDO FANGO ITALIANO