Non posso fermarmi a ciò che sono oggi 

mentre quel desiderio di conquista si fa strada in me e mi consuma. 
Posso possedere tutto e non aver bisogno di nulla, le mie mani avranno toccato le meraviglie uniche nascoste agli occhi dei più e avrò affondato le dita nella morbidezza delle consolazioni. 
Mi sarò riscaldato al fuoco della conoscenza e della comprensione quando ho abbassato lo sguardo per non guardare il giudizio né sostenerlo verso gli altri. 
Avrò pure aperto le braccia all’ultimo degli ultimi permettendo che imparasse quanti errori fanno gli uomini. 
Ma non posso fermarmi a ciò che sono oggi.
Un passo in più forse verso lo sconosciuto
piantando bene i piedi per terra 
ma senza poter capire
solo sapendo che quel luogo
verso cui mi sono mosso,
che ho deciso di rendere mio stanziamento
diventerà mio possesso.
Ma questo non basterà ancora 
fino a quando sarò completamente vestito
e coperto per riscaldare la nudità che mi appartiene.
Raccoglierò il coraggio 
di non affondare troppo i pioli delle tende
come pensando di rimanere per troppo tempo
sul pendio vicino al fiume
dove c’è acqua e frutta in abbondanza.
 
 
Conquista pure il mondo
cominciando da te
e quando sarai diventato 
Re
ricorda ancora…
“Qualunque
luogo
i vostri
piedi 
calpesteranno
sarà 
vostro”
 
 La Bibbia
 
 
 



 
 
 
Buon 2015
 
a te che leggi
 
a te che non conosco ancora
 
e a Te 
 
che mi hai fatto comprendere di più
 
ed hai riempito il vuoto
 
trasformandolo in profumo di compagnia