‘Ver’, sussurrava il pensiero

quasi temendone il senso

‘Ver’ ribadiva il bisogno che, come mani fatue,

allargava le ginocchia ai bordi dell’ascolto

volendo rassegnare ogni spigolo alle dita,

‘et in igne vita’ diceva il sospiro,

perso nel concedersi pieno al tocco

amabilmente impietoso del tuo afferrarmi.