A) Cos’è la politica?

B) E’ l’arte di rimestare il letame senza sporcarsi troppo  le mani.

A) Ma la politica non può non essere sporca. Anche la grande politica.

B) Siamo realistici : niente di disdicevole nello sporcarsi un pochino le mani.

A) Cioè?

B) Governo novanta e rubo dieci. O lascio rubare.

A) E da noi?

B) I politici se le sporcano novanta e fanno, quando fanno, dieci.

A) La politica non è solo questo.

B) E’ anche una scienza dove i conti non tornano mai.

A) Perchè  tanti politici sono dei dilettanti allo sbaraglio, degli improvvisatori. La politica dicono i moralisti, è spirito di servizio.

B) Voi li conoscete i moralisti?

A) Conosco quelli che si spacciano per tali.

B) Sono degli imbroglioni, una genia in malafede, da prendere con le molle. Gente che condanna i vizi altrui per meglio nascondere i propri.

A) Perché un cittadino onesto decide di far politica?

B) Di cittadini onesti che abbiano deciso di fare politica ne ho conosciuti tanti.

A) Rifate  bene i conti. Ce ne sono pochissimi. Mosche bianche.

B) Si. Perché?

A) Perché i filibustieri che menano la quadriglia gli legano mani e piedi.

B) Voi credete nella democrazia?

A) Non ci ho mai creduto, come non ci credeva Platone, che era un grande saggio.

B) E perché?

A)Leggete il filosofo ateniese lo spiega bene.

B) Lo farò, intanto spiegatemi voi.

AQ) La democrazia è solo una bella parola che riempie la bocca, ma che con la politica, quella vera, c’entra come i cavoli a merenda.

B) Perché?

A) Perché il popolo deve solo avere l’illusione di governare. Se governasse davvero sarebbe il caos, la giungla, il fallimento della società.

B) E allora?

A) Ci vuole una classe dirigente abbastanza onesta o non troppo disonesta che tenga in pugno il paese, che faccia buone leggi e abbia la forza di farle osservare. Che non neghi i diritti civili e politici a nessuno, che garantisca a tutti un lavoro senza favoritismi e senza preclusioni ideologiche, etniche, religiose e sociali.

B) Esiste una società del genere?

A) Premesso xche non esistono società perfette, ce ne sono alcune xche funzionano meglio, società più democratiche. Non si può negare che in Svezia il governo sia più efficace, efficiente, meno corrotto di quello del ……..

B) C’è democrazia in Italia?

A) Sulla carta, secondo la Costituzione, si. In realtà siamo un regime rissoso e anarchico, sgangherato e indebitato fino al collo. Un paese dove ci sono troppi partiti, e nei partiti troppe correnti, e nelle correnti troppe prime donne, che sono in realtà ometti e omuncoli. Tutti vorrebbero comandare e nessun sa ubbidire.

B) Ma un uomo “solo al comando” c’è. Lo ha detto il presidente della camera Laura Boldrini.

A) Se pensate a Matteo Renzi, neanche lui comanda. Recita bene una parte il cui copione è dettato da Bruxelles. Ha promesso agli italiani la luna e sta piovendo  a dirotto.

B) Ma voi l’Italia l’amate?

A) Più a morsi che a baci, più a graffi che a carezze.

B) La lascerete?

A) No, lascerei parecchi italiani.