Pasqua, la famosa festività religiosa che non è come il Natale, perché uno può rimanere meno a casa dal lavoro e dalla scuola. e a Natale ci sono molti regali, ma a Pasqua solo questa cosa di cioccolato conciata da Carmen Miranda con dentro dei portachiavi coi personaggi del libro Cuore.

Ma come e dove è nata la Pasqua?

Una volta c’era Jesus, un ragazzo molto bello con questi capelli morbidi. Jesus era molto invidiato da tutta la popolazione del suo villaggio (Sant’Antimo – NA) per via dei suoi capelli e per questi caftani che solo Marta Marzotto on a lucky day. Lo chiamavano Massimo Ciavarro, ma con un tono di cattiveria e gelosia. Jesus amava andare in giro a fare l’alternative e per questo stava sul gozzo a molta gente. Chi siete voi per giudicare? chiese una volta a delle persone che volevano lapidare una donna solo perché aveva nell’ipod tutta la discografia dei Polyphonic Spree.

Jesus aveva molti amici maschi (e si ricordava i compleanni di tutti!) e, per via del suo look metrosexual, anche un gruppo di ammiratrici carampane: The Maddalenas.

Un giorno, Jesus, provato dal portare a casa una croce pesantissima per la sua cameretta acquistata sul sito di Urban Outfitters, si addormentò e rimase a letto per diversi giorni, anche perché poi si sa, uno a primavera c’ha quei cali di energia e ti viene la cecagna. Tutti piangevano perché pensavano al peggio, e anche perché ogni tanto piangere ti dà quel senso di liberazione che neanche spingere i nemici sulle rotaie del tram.

A una certa si svegliò. La madre (Giusy) gridò al miracolo e lui, con la sua solita e fintissima nonchalance dichiarò: andiamo a fare una gita al parco, ma secondo me pioverà. Detto e fatto, sta piovendo.