A)Scusate il ritardo, ma c’era un traffico bestiale. O, forse l’ora di punta o sbagliato i calcoli.

B)Per questa volta vi perdono ma solo per questa. Sapete che il tempo è uno dei doni più preziosi dell’uomo. Se mi chiedete in prestito mille euro, e li ho, presumo che mi li restituite.

A)Vorrei sperarlo siamo vecchi amici.

B)Io, infatti non vi li negherei. Ma se vuoi mi fate perdere in chiacchiere un ora, non potrete più saldare  il vostro debito.

A)Vogliamo dare una definizione del tempo?

B)Non è mia. ma è pienamente condivisibile.

A)Sentiamo

B)Il tempo : questo fiume impetuoso che trascina le nostre viteverso qualcosa di misterioso chiamato futuro.

A)Il tempo passa e turba l’uomo perchè lo avvicina al momento supremo della vita, quando da questa si congeda. IL tempo passa per tutti. Per alcuni meglio, per altri peggio. Ai primi da più gioie, ai secondi più dolori. perché?

B)Nessuno sarà in grado di rispondervi, anche se presuntuosamente ne usurperà i titoli

A) tutto è mistero.

B)E quello del tempo incommensurabile clessidra dell’aldilà, è tra i più fitti. Squarciarne i veli è impossibile perché il Creatore non cene ha fornito gli strumenti. Viviamo nell’ignoranza almeno di fronte a questi angoscianti interrogativi, perché resteranno sempre tali.

A)Io non so, come non sapete voi, come non sa nessuno, da dove veniamo e perché. Veniamo da un altro mondo, abbiamo alle spalle altre esistenze, e altre esperienze, abbiamo vissuto un altro tempo? Se si, dove come quando?

B)belle domande, anche queste senza risposta. Non ci arrovelliamo più di tanto, cerchiamo di vivere al meglio quello che ci resta da vivere il tempo che ci è stato concesso.

A)In altre parole non sprechiamolo, facciamone un uso oculato e saggio.

B)Consegniamo il passato  agli archivi ma questi consultiamoli spesso. Accantoniamo se ci riusciamo, i brutti ricordi e conserviamo quelli belli. Guardiamoci indietro, ma non crogiolandoci in ciò che è stato fatto. Trascuriamo il caduco, e l’effimero, il transeunte, che nulla può insegnarci  e a nulla giovarci, e monetizziamo spiritualmente tutto ciò che nel tempo ha impresso in noi un benefico sigillo.

A)sapete cosz mi capita spesso?

B)Cosa vi capita?

A)Guardo il cielo, assisto ad un alba, ad un tramonto, passo davanti ad una chiesa, ad un palazzo di cui un tempo varcai la soglia. In quel momento dalla mia memoria, può emergere un ricordo. Il ricordo di un incontro, di una visita, di uan pausa di raccoglimento, di una folla o di una persona che in qualche modo mi colpì.

B)Perché questo ricordo resuscita senza che l’abbiate sollecitato?

A(Perché porta con se emozioni e sensazioni che fanno ormai parte di me, ma che senza uno stimolo visivo acustico resterebbero sepolte nell’inconscio.

B)Rivivere queste o quelle non è solo un ritorno al passato, è anche il recupero effimero ma coinvolgente, talvolta struggente, di momenti importanti e fe