La mia motocicletta

Quando ero piccolissimo volevo essere libero. Dagli ordini.
Dai gridolini della nonna. Dal pasticcio di carne della
Domenica. Io ho sempre voluto essere libero. La libertà è
una cosa che non c’è sempre. Non c’è sempre. Ma quando
sta con te ti fa respirare bene. Ti fa stare forte e però buono.
Come una giornata in campagna a pescare le rane. Come
una serata davanti alla tv quando i genitori sono fuori. La
libertà non la puoi mica toccare. O spiegare. Neppure
regalarla. La puoi soltanto aspettare. E riconoscere. E stare
contento quando c’è. Io, oggi che il tempo è passato e la
nonna è andata via, ogni tanto prendo la moto, e vado in
giro. E mi sento libero. Vado piano. Guardo in giro. Annuso
i profumi e il diesel dei camion. Cambio le marce e cambio
strada. La motocicletta è la mia libertà.

(Carlo Talamo)

buone vacanze a tutti