La Dignità di chi nulla possiede ma tutto dona …
Bimba siriana offre un biscotto ad un poliziotto ungherese in servizio per non farla passare.

 

“Scusa”. E’ quello che vorrete dire anche voi dopo aver visto questo esperimento sul razzismo

 

Sorridono felici Osama Al-Ghadab e il piccolo Zied nel selfie scattato dal figlio più grande Mohamed. Ce l’hanno fatta, sono arrivati in Germania. Il padre e il figlio che si sono distinti, loro malgrado, dal flusso di rifugiati siriani in fuga dall’Ungheria per lo sgambetto della reporter Petra Laszlo. Dopo 12 giorni di viaggio, la fatica, la tortura nelle carceri dell’Is, Osama, ex allenatore di calcio, è riuscito a riunire la sua famiglia.

Presi a calci dalla giornalista, Osama e Zied ce l’hanno fatta: sono arrivati in Germania

  via scarligamerluss:

Petra Laszlo (e tutti i nazifascisti ungheresi) vaffanculo.