La Fallaci aveva visto lungo, e come tutti quelli che vedono lungo era stata derisa.
Adesso a Parigi si piange, e non solo a Parigi.

Se mentre indichi il colpevole non stai indicando il tuo riflesso allo specchio hai torto.
Distinguere l’umanità tra buoni e cattivi è da animo mediocre.
La fallaci ha sempre avuto torto.
L’Islam, o come lo volete chiamare voi che amate tanto etichettare, non è un essere mitologico creatosi a prescindere da noi.
Anche parlare di uomini e distinguerli in fazioni è stupido.
Tutto è connesso, i morti son di tutti, questi morti li abbiamo anche noi sulla coscienza.
Anche non fare niente ti rende colpevole.
I ragionamenti che faceva la fallaci erano da persona presuntuosa e arrogante e razzista.

Esattamente.

Ankara 2015 e

Parigi Messico, Siria, Africa, Mondo

100 ragazzi  1000 100000000

Due giorni fa, a Beirut, l’Isis ha ucciso 50 musulmani sciiti e ne ha feriti circa 200. I peshmerga curdi, che da mesi e mesi combattono l’Isis in solitudine, sono a maggioranza islamica. Sin dalla sua nascita, l’Isis ha ucciso per lo più altri arabi: sciiti, atei, gay, minoranze religiose. Persino altri sunniti contrari alle loro pratiche. Quando questa mattina mi sono svegliato e ho letto il titolo a nove colonne di “Libero”, ossia “Bastardi islamici”, ho ripensato alla strage di Duisburg commessa da nostri connazionali: cosa sarebbe successo se un giornale tedesco avesse titolato “Bastardi italiani”, per di più alla luce delle tanti stragi e dei tanti attentati politici e mafiosi commessi da italiani Doc? Ecco, leggendo titoli come quelli di “Libero” e scorrendo alcuni post qui su Facebook, mi viene da dire solo una cosa: state tranquilli. Per le idee bestiali che avete, l’unico rischio che correte è che l’Isis vi arruol

Pasquale Videtta (via ruedescascades)

(via batchiara)

“Lloyd, ma il sole?”

“Non è sorto sir”
“Ma come è possibile, Lloyd?”
“Penso che nessun Dio abbia voluto prendersi la responsabilità di illuminare un giorno simile, sir”
“E gli uomini?”
“C’è chi, nelle tenebre, cerca di dividere l’oriente dall’occidente per accaparrarsi la prima alba”
“E gli altri?”
“Fortunatamente desiderano solo il ritorno della luce, sir”