Nel luglio del 1945 il presidente degli Usa fu informato che la bomba atomica era pronta. chiese ai vertici militari quanto mancasse alla resa del Giappone e con quali perdite. Seppe che potevano mancare due-tre mesi e che si potevano quantificare le presunte perdite in 10/12mila soldati americani. Decise il lancio che distrusse Hiroshima e Nagasaki con terribili conseguenze anche nei decenni seguenti. In quel caso 10 mila americani ebbero peso maggiore di centinaia di migliaia di giapponesi. Oggi, di fronte ai tragici attentati di Parigi costati la morte di oltre 130 cittadini europei, i quotidiani hanno dedicato pagine su pagine, i tg edizioni non-stop, mentre sulla rete una valanga di cittadini interveniva. Solo la scorsa estate , nel naufragio di un barcone, morirono 500 migranti preceduti e seguiti da continui naufragi nel mediterraneo portando i morti della stagione a una cifra a tre zeri. Le notizie sono state date anche in questo caso. Ma hanno provocato più paura che indignazione, tanto che diversi stati europei hanno eretto muri.