La Pasqua è prettamente una festa di rinascita, da qualsiasi punto di vista la si osservi.
Non è mai lo stesso giorno, festeggia il primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera, perché gli ebrei riuscirono a liberarsi dall’Egitto in una notte di plenilunio di fine marzo.
Si festeggia la prima domenica successiva all’evento, credo per convenzione.
Poi i cristiani, come sempre l’hanno interpretata a modo loro e se ne sono appropriati, non intaccandone il significato.
Resta una festa di rinascita.
Di ritorno alla vita dell’uomo insieme alla natura.
È bella la Pasqua.
Quindi buona pasqua a tutti, ogni giorno e ogni ora.

 

“Non facciamo che insegnare sangue,
ed il sangue insegnato torna sempre
ad infettar colui che l’ha insegnato.”

— William Shakespeare, Macbeth

 

 

 

attimi-rubati:

Prospettive pasquali

Riempiamolo di amici (non parenti) e… CI STO!!!!!

Riempiamolo di amici (non parenti)  ore 13 domani non mancate