Non c’è giorno né anno né attimo
in cui smettere la battaglia,
in cui distrarsi dalla direzione da seguire.
Anche in quei momenti di incomprensione
quando devi dare fondo a tutto ciò che sei
tutto ciò che possiedi
a ciò che desideri
per trarre il giusto coraggio
la giusta forza per proseguire senza fermarti.
E dopo aver trascorso il tempo del silenzio
dimorando nel deserto di certa solitudine
la spada della volontà
può essere certamente sguainata
vincendo sul mondo
su noi stessi
sulle decisioni del destino.
Perché possiamo cambiarlo
credere nell’impossibile da credere
trasformando le chimere
in nitide realtà.
Comprendendo quei segni del viaggio,
pietre miliari della vita di un Uomo,
monumenti commemorativi
della forza della determinazione.