Bud Spencer

l mondo del cinema e dello sport piange la morte di Bud Spencer, il “gigante buono” che ha fatto innamorare di sé generazioni di ragazzini affascinati dalla sua simpatica bonarietà e dalla surreale facilità con cui riempiva di cazzotti ladri e furfanti di ogni risma nei film interpretati insieme all’amico e collega Terence Hill.

Classe 1929, Carlo Pedersoli, questo il suo vero nome, dopo essere stato un nuotatore di successo, interpretò il primo vero ruolo importante nel cinema nel film di Mario Monicelli Un eroe dei nostri tempi (1955), anche se la popolarità vera arrivò in seguito, negli anni ’70, quando divenne l’indiscusso re del genere “spaghetti western”, allora di grande successo.

Bud Spencer ha girato oltre 100 film, di cui ricordiamo almeno Dio perdona io no (1967) e l’indimenticabile Lo chiamavano Trinità (1970), fra i più apprezzati dal pubblico.

In seguito alla scomparsa di Bud Spencer, le reti televisive italiane hanno rivoluzionato la programmazione prevista sostituendola con una interamente dedicata al ricordo dell’artista;

frauigelandtheboys:

albo:
“Ciao Bud, goditi quest’ultima enorme scazzottata!
”

Ciao Bud, goditi quest’ultima enorme scazzottata!