A mesi di campagna elettorale seguiranno mesi di analisi del voto in vista della prossima campagna elettorale che eleggerà un governo per fare le riforme necessarie al Paese: ovvero, cambiare il sistema elettorale e politico per avere finalmente una governabilità di cui nessuno saprebbe più cosa farci. Il risultato sarà l’ennesimo e inutile governo che passerà il tempo a discutere di riforme che “ci hanno chiesto i cittadini” mentre i cittadini aspettano altro, in una sorta di “non appena chiedo il divorzio andiamo a vivere insieme.

spaam:

Come fate a dire che dal risultato del Referendum il Paese è spaccato? Il 60% contro il 40% la spaccatura ce l’avete nel cervello! 19 milioni contro 13 a casa mia si chiama schiacciante maggioranza.

Altra cosa: se vi pongono una domanda con risposta Sì o No, è ovvio parlare di polarizzazione del risultato. Se le risposte fossero state Sì, No, Forse, Tu sorella, magari avremmo avuto una nazione quadripolarizzata.

I governi dal 1946 ad oggi sono stati blablabla, ma dal 1994 ad oggi sono stati 10 in 22 anni, ovvero uno ogni 2,2 anni di cui 3 Berlusconi (‘94, 2001, 2008) e 2 Prodi (‘96 e 2006). Le maggioranze sono state invece 6. Una ogni 3,6 anni (’94, ’96, 2001, 2006, 2008, 2013). Tali governi hanno prodotto un cambiamento del sistema economico – politico – sociale – legislativo senza precedenti in nessun altro Paese al Mondo!

riforma Dini delle pesioni (1995)
riforma Treu del lavoro (’97)
riforma Berlinguer dell’Università (’98)
elezione diretta Presidente Regione (’99)
riforma Moratti della scuola (2001)
legge Biagi sul lavoro (2003)
riforma Maroni delle pensioni (2005)
riforma Calderoli sistema elettorale (2005)
Prodi pensioni (2007)
scuola Gelmini (2008)
pensioni ancora con Fornero (2011)
lavoro (2012)
Jobs act (2014)
legge elettorale (2014)
poi le Turco-Napolitano e Bossi-Fini sull’immigrazione, Giovanardi sulle droghe leggere, le leggi contro inseminazione artificiale, l’ultima sulle unioni civili, i vari Lodo Alfano, lodo Schifani ecc., depenalizzazioni falso in bilancio, sblocca lavori, finanziarie varie, correzioni e via discorrendo. Dove lo vedete il Parlamento con le mani legate incapace di legiferare?

Lo sbarramento al 5% ha poi prodotto Parlamenti con 5 partiti massimo, il sogno degli italiani dagli anni ’80, senza il ricatto dei partitini. Avete lo stesso numero di partiti, in Parlamento, che in Germania e senza più frange radicali di sinistra e/o destra, al contrario della Germania che vanta Afd e Linke. Nonchè niente più scelta del candidato e tutti fedeli al partito. Che cazzo volete di più?

Lo step successivo è la Corea del Nord o Cuba di Fidel Castro. Famo il partito unico al governo per 50 anni? Va benissimo, ma poi non rompetemi i coglioni con la democrazia dell’alternanza. Ce l’avete, come nelle grandi democrazie tipo Gran Bretagna (ahahahahah) e Stati Uniti (AHAHAHAHAHAHAHAH).

Ok, vado a prendere un caffè che poi a me che mi frega, son cazzi vostri. Alle prossime elezioni vi voto M5S, come vi ho votato prima Berlusconi e Monti. L’unico modo per salvare l’Italia è distruggerla per poi ricostruirla da capo.