ACCADDE OGGI:
5 giugno 1989. Durante la protesta in piazza Tienanmen, il Rivoltoso Sconosciuto si para davanti ai carri armati per bloccarli. Diventerà il simbolo della rivolta.

Una versione completa della classica foto del rivoltoso sconosciuto. Siamo abituati a vedere il ragazzo davanti a “solo” quattro carri armati, ma guardate qua che cosa è riuscito a fare, che cosa è riuscito a fermare. Tutt’oggi, non si conosce l’identità di questo eroe moderno.

(Le fotografie che hanno fatto la storia)

“l’animatore che urla “booooomba” e che viene freddato dalla guardia giurata del villaggio sarebbe il primo segnale di rinascita occidentale.”

 

ma vacci tu in monthna

 

 

“Per tutte le violenze consumate su di Lei,
per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le ali che le avete tagliato,
per tutto questo:
in piedi, Signori, davanti ad una Donna.”

— William Shakespeare

altro che morte dignitosa…vedrai te.
#riina
(le più belle frasi di Osho)

 

Totò Riina: “Così uccidemmo Dalla Chiesa. Gli sparammo anche da morto”

Nel giorno del 32esimo anniversario della morte del generale dei carabinieri CARLO ALBERTO DALLA CHIESA le intercettazioni in carcere del boss (riina) rivelano dettagli inquietanti sul massacro di via Carini dove vennero uccisi anche la moglie e l’agente di scorta. Il padrino: “Quando vedo in televisione la figlia rido”.

(tratto dal fatto quotidiano del 3 settembre 2014)

Contro la disinformazione

 

 

Non credo al vostro Dio
sanguinario e vendicativo:
colpirne cento per educarne uno,
non credo alle vostre sabbie mobili di parole,
ai vostri abiti
sfacciatamente austeri,
che tentano di coprire
millenarie vergogne,
alle vostre case intrise di ipocrisia.
Non credo alle vostre smisurate ricchezze,
ricchezze senza lavoro,
affogate nel sangue.
Non credo a chi cerca l’anima
e dilania il corpo,
a chi crede
ed è incapace di pensare,
a chi dà ordini
e a chi obbedisce,
a chi governa col terrore
e a chi è terrorizzato,
a chi è pastore
e a chi è gregge,
a chi è padre
senza avere figli,
e a chi è figlio di troppi padri.
Non credo a chi vende la pace
e benedice la guerra,
a chi è già morto,
ma predica la vita eterna.

Suerte
Cheyenne – GOOOD MORNING VIETNAAAM